Progetto Buoni Servizi Lavoro

 

I progetti attivi attualmente, in collaborazione con la Regione Piemonte sono i buoni servizi Lavoro: un insieme di servizi alla persona, personalizzato rispetto alle caratteristiche dell’utente, per l’accompagnamento alla ricerca di impiego.

 

Buono Servizi Lavoro per Disoccupati da oltre 6 mesi

Buono Servizi Lavoro Disabili

Buono Servizi Lavoro per persone in condizione di particolare Svantaggio

 

Buono Servizi Lavoro per Disoccupati da oltre 6 mesi

L’adesione è volontaria e i requisiti richiesti sono:

  • essere disoccupati da più di 6 mesi (calcolati dalla data in cui sul SILP-Sistema Informativo Lavoro Piemonte risulta l’accertamento dello stato occupazionale)
  • avere residenza o domicilio in Piemonte
  • avere compiuto 30 anni;
  • non percepire ammortizzatori sociali

Gli operatori verificheranno i requisiti per l’apertura del Piano individuale e l’utente preso in carico potrà quindi ottenere diverse
tipologie di servizi:

  • orientamento di primo livello;
  • orientamento specialistico di secondo livello;
  • ricerca attiva e accompagnamento al lavoro;
  • inserimento in impresa, con l’accompagnamento di un tutor, attraverso  tirocini  di 6 mesi oppure con  contratti brevi di durata minima di 3 mesi;- inserimento in impresa attraverso contratti di lavoro di lungo periodo

Può partecipare anche chi:

  • svolge attività con contratto di lavoro subordinato inferiore a 6 mesi
  • beneficia di misure di sostegno al reddito di inclusione (SIA o REI)

Indennità di tirocinio
E' riconosciuto un contributo pubblico a parziale copertura dell’indennità all’impresa che ospita il tirocinante, previa autorizzazione della Regione Piemonte.

 

Buono Servizi Lavoro Disabili
L’adesione è volontaria e i requisiti richiesti sono:

  • essere disoccupati;
  • essere iscritti al Collocamento mirato (legge 68/1999);
  • avere domicilio in Piemonte;
  • non essere già inseriti in altre iniziative nell'ambito della programmazione regionale a sostegno del lavoro, fatta eccezione per il percorso SIA.

Tipologie di servizi:
L’utente preso in carico potrà quindi ottenere diverse tipologie di servizi:

  • orientamento di primo livello
  • orientamento specialistico
  • ricerca attiva e accompagnamento al lavoro
  • tutoraggio per inserimento in impresa attraverso un tirocinio di tre/sei fino a dodici mesi  per persone con particolare disagio o forte difficoltà di inserimento lavorativo

Indennità di tirocinio:
E' riconosciuto un contributo pubblico a copertura dell’indennità all’impresa che ospita il tirocinante, previa autorizzazione della Regione Piemonte.


Buono Servizi Lavoro per persone in condizione di particolare Svantaggio

L’adesione è volontaria e i requisiti richiesti sono:

  • avere residenza o domicilio in Piemonte;
  • essere disoccupati;
  • non percepire ammortizzatori sociali;
  • appartenere a una delle seguenti categorie di particolare svantaggio:
    • persone con incapacità parziale a provvedere alle proprie esigenze, che non raggiungono la soglia prevista dall’art. 3 della L. 68/99;
    • persone in trattamento psichiatrico ed ex degenti di ospedali psichiatrici, anche giudiziali, che non raggiungono la soglia prevista dall’art.3 della L. 68/99;
    • persone con disturbi specifici di apprendimento
    • persone sottoposte a provvedimenti dell’autorità giudiziaria, compresi i condannati in condizione di detenzione a non più di 6 mesi dalla fine della pena o ammesse a misure alternative di detenzione e al lavoro esterno
    • ex detenuti che hanno terminato di scontare la pena da non oltre 5 anni dalla fine della detenzione
    • soggetti, anche minori, in condizioni di grave emarginazione;
      tale condizione potrà essere riconosciuta anche a persone con problemi di dipendenze da sostanze, vittime di violenza, maltrattamento, soggette a grave sfruttamento e discriminazione, anche inseriti nei “programmi di assistenza e integrazione sociale
    • Rom, Sinti, Camminanti, in attuazione della comunicazione della Commissione europea n. 173/2011
    • persone in condizione di grave emarginazione, anche minori
    • titolari di permesso di soggiorno rilasciato per motivi umanitari e richiedenti o beneficiari di protezione internazionale
    • minori stranieri non accompagnati

Attestazione di svantaggio
La condizione di svantaggio delle persone deve essere attestata/dichiarata dai soggetti pubblici competenti che seguono il loro percorso di inclusione sociale. I soggetti competenti sono unicamente i seguenti:

  • Servizi sociali e i Servizi sanitari (Enti gestori delle funzioni socio- assistenziali);
  • Istituti penitenziari e Ufficio Esecuzione Penale Esterna.


L’utente preso in carico potrà quindi ottenere diverse tipologie di servizi:

  • orientamento di primo livello;
  • orientamento specialistico;
  • ricerca attiva e accompagnamento al lavoro;
  • inserimento in impresa, con l’accompagnamento di un tutor, attraverso tirocini  fino a 12 mesi oppure con contratti di lavoro brevi o lunghi
  • inserimento in impresa attraverso contratti di lavoro.

 

Consorzio Coala

 Il CONSORZIO SOCIALE ALESSANDRIA ASTI società cooperativa sociale (CO.AL.A. s.c.s.), dal 1997 si occupa di coordinare associazioni e cooperative presenti sul territorio di Asti e Alessandria, con la comune mission di “Costruire l’impresa sociale” condividiamo filosofie, obiettivi e azioni nei nostri territori.

©2019 CONSORZIO SOCIALE ASTI ALESSANDRIA società cooperativa sociale P.IVA 01190250058
Sede legale Asti: Via Carducci 28 tel. 0141.324659 fax. 0141.356921 info@consorziocoala.org
Sito creato da: OpenLab Asti

Search

Al fine di fornire la migliore esperienza online questo sito utilizza cookies, anonimi e non traccianti.
Informazioni Accetto Rifiuto